Dischi freno: differenze, tipologie e manutenzione

Ci sono diverse tipologie di dischi freno, ma tutte hanno bisogno di costante manutenzione: affidarsi a un’officina specializzata è molto importante anche per questo.

Presso l’officina meccanica Feraboli di Cremona, troverete ad accogliervi un team di meccanici esperti nella cura e manutenzione delle automobili, a prescindere da motore, prestazioni o cilindrata. Affidarvi alla loro competenza e professionalità vi aiuterà a comprendere quando è il momento giusto per cambiare i dischi freni e, soprattutto, vi consiglierà a prendervi cura della vostra auto al meglio.

Prima di tutto, chiariamo cosa sono i dischi freno: il freno a disco è un sistema che ha lo scopo di rallentare il movimento della ruota, consentendo quindi la frenata del veicolo.

Esistono, nello specifico, due tipologie di dischi freno: pieni o autoventilanti. I dischi freno pieni, cioè con doppio lato di contatto, sono ampiamente utilizzati nelle motociclette; i dischi freno autoventilanti, cioè composti da due dischi e una sola parte di contatto, sono la scelta più diffusa per le automobili.

Succede, però, che a furia di utilizzarli, i dischi freno si usurino (è normalissimo, non preoccupatevi): quando è importante cambiare i dischi freno?

Se i dischi freno sono usurati il rischio è di perdere il controllo della vostra auto con facilità, perché i freni – appunto – possono non funzionare come dovrebbero. Non c’è una regola aurea sulla durata perfetta dei dischi freno, perché ci sarebbero troppi fattori di cui tener conto. Una cosa però è certa: è importante sostituire i dischi freno (o quanto meno controllarli) almeno dopo 80 mila km.