Pulizia iniettori metano: alcuni consigli da tenere in considerazione

Come già abbiamo avuto modo di vedere, gli iniettori rappresentano un elemento fondamentale del sistema di alimentazione del motore. Perciò, prendersene cura è di fondamentale importanza: una pulizia periodica è una pratica da non trascurare, dal momento che essi tendono a sporcarsi e a compromettere le prestazioni del motore (oltre ad aumentare i consumi).

Questo discorso vale ovviamente anche per gli iniettori a metano. Ma quali sono gli errori da non commettere quando si vuole pulirli? Nelle prossime righe ti forniremo alcune indicazioni per evitare di compiere errori che possono portare a conseguenze davvero spiacevoli. Vediamoli insieme!

Pulizia iniettori metano: le cose da non fare

Innanzitutto è meglio non acquistare e utilizzare prodotti per la pulizia scadenti. Esistono moltissimi additivi in commercio, pochissimi sono quelli buoni. Per questo motivo è cosa buona rivolgersi esclusivamente ad officine specializzate. Sembrerà poi una banalità, ma non lo è e ti avvertiamo: non smontare gli iniettori con metodi fai-da-te. Se non sei estremamente sicuro e competente, è sicuramente meglio rivolgersi a dei professionisti.

Altro errore in cui non incappare: non cambiare mai il filtro del metano. Esso va sostituito mediamente ogni 50mila km. Gli iniettori sporchi infatti rappresentano un pericolo per gli stessi, che rischiano di rovinarsi: se avessi bisogno di sostituirli ti consigliamo gli iniettori Bosch. Questi ultimi sono sinonimo di affidabilità, quindi da acquistare ad occhi chiusi.

La marca degli iniettori è molto importante: iniettori di scarsa qualità possono recare danni all’auto. Infine, un ultimo consiglio è quello per il quale ogni tanto è bene far girare la macchina a benzina: se il mezzo viene fatto andare solo a metano gli iniettori potrebbero rovinarsi prima.