Iniettori benzina sporchi: i primi sintomi

Sospetti che la tua auto abbia gli iniettori benzina sporchi? I sintomi possono essere diversi, quindi non è da escludere a priori che ci possa essere un problema di questo tipo. Diciamo però subito che la sporcizia degli iniettori è un aspetto che riguarda soprattutto le vetture alimentate a gasolio (che ha più impurità), ma anche la benzina può essere un carburante di bassa qualità.

Ed è proprio immettendo benzina di scarsa qualità che gli iniettori tendono a sporcarsi: le sostanze oleose presenti in questi tipi di carburante vanno a sedimentarsi creando dei veri e propri ingorghi che rendono il lavoro degli iniettori molto più complicato e difficile. Per evitare questo è buona norma cambiare il filtro della benzina periodicamente, altrimenti noterai appunto determinati problemi.

Ma quali sono i sintomi iniettori sporchi che devono metterti sicuramente in guardia?

Iniettori benzina sporchi sintomi: quali sono e come intervenire

I principali sintomi degli iniettori sporchi sono:

  • Fumo nero dal terminale di scarico;
  • Vibrazioni e strattonamenti;
  • Motore pigro e difficoltà ad avviarlo;
  • Consumi più elevati.

Se intasati in modo grave, gli iniettori smettono di fatto di funzionare, e così interrompono la trasmissione di benzina al motore facendo spegnere l’auto. Per evitare questo è necessaria una bella pulizia degli iniettori (sperando che non si siano rotti, ma è raro che succeda). Rivolgiti dunque al tuo meccanico di fiducia e ricorda che gli iniettori vanno puliti più o meno ogni 20mila km. Per mantenerli puliti si consigli l’utilizzo una tantum di un additivo pulente.