Gasolio sporco sintomi: tutte le problematiche

In questo articolo analizzeremo i vari sintomi che la proprio auto può accusare se viene alimentata con del gasolio sporco. Non si tratta di una situazione così improbabile: molti infatti si riforniscono da pompe non proprio “immacolate”. Da uno studio effettuato emerge infatti che il 15% dei distributori erogano carburante non conforme: in sostanza il gasolio che forniscono non è raffinato come dovrebbe.

I distributori, invece che disfarsene, lo allungano in modo tale che le impurità si disperdano (cosa che non accade). E i guadagni aumentano. In alcuni casi il problema non riguarda la raffinazione, ma la manutenzione delle cisterne da parte dei distributori stessi: esse infatti vengono continuamente svuotate e riempite, ed è compito del gestore pulirle e farle funzionare bene.

Se la pulizia non viene effettuata, i fondi del carburante vecchio si mescolano con quello nuovo, che poi finisce in migliaia di macchine. Ma quali sono dunque i sintomi legati all’immissione di gasolio sporco? E come difenderci?

Gasolio sporco sintomi: ecco cosa fare

Uno dei primi sintomi riscontrabili è la perdita di potenza dell’auto: il gasolio sporco abbassa le prestazioni. Il motore diventa pigro, spesso borbotta e va a scatti quando si accelera. Altra problematica legata al gasolio annacquato/sporco è che la macchina cominicia ad accusare fatica ad accendersi da fredda.

Il filtro gasolio sporco va quindi sostituito, ma in alcuni casi anche gli iniettori potrebbero aver accusato dei problemi e quindi devono essere cambiati perchè arrugginiti. Può succedere che da una continua immissione di carburante di scarsa qualità venga danneggiata anche la pompa: nella maggior parte delle volte basta semplicemente una revisione con riparazione della stessa. ma in situazioni più estreme sarà il caso di sostituirla.

Un paio di consigli finali: è sempre bene fare rifornimento in distributori di fiducia e rifornirsi presso grandi impianti che hanno un continuo e veloce ricambio delle cisterne. Può essere già una buona prassi per evitare che l’auto incappi nelle problematiche che abbiamo visto.