Come pulire iniettori diesel: una guida fai da te

Se sei alla ricerca di una pratica guida che ti spieghi come pulire gli iniettori diesel, allora sei nel posto giusto! Partiamo da una premessa doverosa: si tratta di una componente fondamentale per quanto concerne l’alimentazione del propulsore dell’auto, che con il tempo tende ad accumulare tutti i residui della combustione e ad incrostarsi.

Per questo gli iniettori hanno bisogno di una pulizia periodica, ed è ovviamente sempre meglio prevenire i sintomi che curarli (anche in termini di costi). Andiamo ad analizzare quali sono quelli più frequenti.

Iniettori sporchi sintomi: non bisogna sottovalutarli

Nel momento in cui essi si manifestano, significa che gli iniettori sporchi hanno già causato un problema che ora è conclamato. Se la tua auto si avvia a freddo in maniera faticosa, se consuma carburante in maniera eccessiva, oppure è rumorosa o ha perso in potenza, allora significa che gli iniettori vanno puliti.

Una volta puliti, la combustione sarà più efficiente e le prestazioni del veicolo miglioreranno. Ma come pulirli senza smontarli per forza? In commercio esistono diversi prodotti in forma liquida da aggiungere al gasolio: sono additivi che nel momento in cui entrano in circolo eliminano le tracce di sporco che si sono accumulate.

Ovviamente si tratta di una soluzione che va utilizzata periodicamente, e non quando il problema c’è già ed è magari anche grave (come nel caso in cui sbadatamente si inserisca benzina al posto del diesel).

Per utilizzare al meglio questi additivi è necessario prima di tutto portare l’auto in riserva, fare il pieno con un diesel di qualità e aggiungere il prodotto al serbatoio del carburante. Il liquido pulirà e lubrificherà gli iniettori.